>>>VOCE MISTICA

tradizioni spirituali d´Oriente e d´Occidente nell´interpretazione di AMELIA CUNI

(solo recital)

Attraveso la vocalità dhrupad, un genere fiorito nei templi e nelle corti dell´India medievale, veniamo condotti lungo un itinerario musicale che unisce epoche e continenti. Dagli inni sacri dell´induismo alle Laudi dell´Italia centrale, dal misticismo degli antichi a quello dei nostri giorni, la voce di Amelia propone una sintesi inedita che, senza forzature, scaturisce in una musica di grande impatto emotivo. Questo suono, arcaico e allo stesso tempo attuale, evoca una dimensione spirituale palpabile e coinvolgente che riconcilia ascesi e sensualità e ci tocca nel profondo.
Il programma include esecuzioni di brani tradizionali accanto a composizioni originali di Amelia Cuni e improvvisazioni. Il canto è accompagnato dal tanpura (bordone pizzicato) ed eventualmente basi pre-registrate (realizzate con campionamenti della voce e strumenti acustici), se il concerto è amplificato.





>>>>Canti dei templi e musica di corte dell´India medievale


>>>Canti dei templi e musica di corte dell´India medievale

concerto di musica dhrupad tradizionale con accompagnamento della percussione pakhawaj e del tanpura (bordone a pizzico)


La tradizione musicale indiana è incredibilmente ricca e multiforme. Amelia Cuni ne propone la versione più antica, tramandata oralmente in famiglie d´arte sin dal XV secolo, e divenuta ormai una rarità anche in India.
Nel dhrupad l´aspetto meditativo si contrappone efficacemente alla liricità e alla vivacità ritmica delle melodie. Questa musica affonda le sue radici nelle pratiche dello Yoga del Suono (Nada Yoga) e nella musica rituale dei templi, in seguito è poi divenuta musica di corte ed è tuttora considerata come la struttura portante della tradizione colta indostana. Il pakhawaj (l´antico tamburo a due facce, precursore dei più moderni tabla) arricchisce l´esecuzione dal punto di vista ritmico e timbrico, divenendo uno stimolo indispensabile nell´improvvisazione del solista.
Amelia Cuni occupa una posizione singolare nel panorama del dhrupad quale unica donna occidentale cimentatasi professionalmente in un'arte per secoli rimasta appannaggio di soli uomini. Ha studiato in India per un decennio, dalla fine degli anni '70, con alcuni dei più noti maestri del genere (R.Fahimuddin Dagar, Bidur Mallik, D.C.Vedi) ed ha sviluppato uno stile personale che in modo equilibrato accosta la cura nell'espressione vocale propria dello stile Dagar alla vivacità nell'improvvisazione ritmica caratteristica della scuola dei Mallik. La sua voce è duttile e melodiosa quanto potente e accurata nelle limprovvisazioni dal forte impatto ritmico. E´ impegnata non solo nella preservazione e diffusione del canto dhrupad, ma anche in progetti di genere sperimentale e collabora con artisti di varia estrazione a livello internazionale. Ha ricevuto l'apprezzamento della stampa nazionale indiana in numerose recensioni, ha a suo attivo varie produzioni discografiche tra le quali una registrazione di un suo concerto di dhrupad per l´etichetta di musica classica indiana NAVRAS (London/Mumbai).


Amelia Cuni - Dhrupad Singing from Global Music Academy on Vimeo.