>>>Ancient Trends and New Traditions in Indo-European Music


vocalità indiana e minimalismo


Amelia Cuni, canto dhrupad, tanpura

Werner Durand, pan-ney ed altri strumenti a fiato autocostruiti, delay digitali


>video clip di Fred Plassmann

Amelia Cuni e Werner Durand esplorano insieme un territorio di frontiera fra oriente e occidente, tradizione e sperimentazione.
Il patrimonio di conoscenza della cultura musicale indiana a cui la voce di Amelia Cuni attinge si confronta con il lavoro di ricerca timbrica che ha portato Werner Durand a costruire strumenti a fiato ad hoc. Suoni dal vivo e pre-registrati creano un tessuto musicale che riconcilia influenze etniche diverse e da cui emerge una vocalità sinuosa ed emozionante.
Questa collaborazione offre nuove interpretazioni della tradizione che, pur risultando ardite e assolutamente originali, si realizzano in una musica sempre coerente dove ritmi estatici, arcaiche melodie e combinazioni sonore inusitate confluiscono in una presentazione organica, coinvolgente, provocante.

Amelia Cuni si è formata musicalmente in India, dove ha appreso il canto dhrupad, il genere più antico della tradizione indostana. In questo progetto, Amelia impiega i raga e le tecniche vocali indiane integrandovi le sue radici italiane e le numerose esperienze con la musica contemporanea e sperimentale, arrivando così ad una produzione artistica del tutto distinta e innovativa.
Werner Durand costruisce strumenti a fiato con materiali poveri, suonati con imboccature e tecniche particolari quali la respirazione circolare e un elaborato uso dei delay digitali. La sua musica è influenzata dal ‘minimalismo’ e raccoglie le suggestioni di diverse tradizioni, seppur sia il risultato di molti anni di ricerca e sperimentazione.

Il duo CUNI<>DURAND è una collaborazione che continua dal 1993, arricchita dalla partecipazione di ospiti quali Roberto Paci Dalò, Rajesh Mehta, Federico Sanesi, Marika Falk e Phil Hollenbeck.

Il programma di questo concerto potrà includere arrangiamenti di brani tradizionali indiani, come pure composizioni originali dalla suite ASHTAYAMA-Song of Hours (Amiata Rec, Firenze 2000) e dal CD DRUMMING BREATH (Syntorama-NO-CD, S.Sebastian/Spagna 2000, che include la partecipazione della percussionista e virtuosa dello zarb, Marika Falk). Inoltre, verranno presentati brani inediti e in via di pubblicazione.

Il concerto in DUO potrà includere la partecipazione di un percussionista






Cuni and Durand made a powerful argument that a hundreds of years old culture could not only inform, but also completely come alive in the contemporary with depth of spirit and a vision to the future. Simply put, this was an extraordinary concert!
Randy Reine-Reusch, recensione del Vancouver New Music/VOX Festival 2004, MUSICWORKS


Concerti principali:

Istitut Unzeit-Berlino 1993; Link Bologna 1994; Kulturhaus Peter Edel-Berlino 1994; Werkstatt der Kulturen-Berlino 1996 e 2001; Bridport Art Centre, U.K. 1997; Musikinstrumente Museum-Lipsia 1997; Festival Itinerari Folk-Trento 1998; Podewil-Berlino 1999; Festival La Alternativa-Madrid 2000; Festival Berlin in Hong Kong 2001 (selezionati dalla Città di Berlino); Ticino Festival 2002; Festival MACHOMET III-Maastricht 2002; LEM Festival-Barcellona 2003; Center for New Music and Audio Technologies-UC Berkeley, USA 2004; Vancouver New Music / VOX Festival, Canada 2004; Teatro Miela-Trieste 2004; TRANSVOCAL FESTIVAL-Slubice, Polonia 2004; SEIRENES festival, Bologna 2005