>>>DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO DI “TRADIZIONI MUSICALI EXTRAEUROPEE a indirizzo indologico:

Un progetto all'avanguardia nel panorama della formazione musicale in Europa.

Il corso sperimentale di tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo indologico rappresenta un’esperienza unica nel panorama degli studi musicali in Italia ed in Europa. Il corso provvede alla formazione degli allievi secondo parametri interdisciplinari, coniugando lo studio teorico e pratico della musica indiana con gli aspetti linguistici e storici della cultura dell'India.
Tale approccio accademico consente anche al musicista e/o ricercatore europeo di approfondire in modo serio e completo lo studio della tradizione indiana, aprendosi ad un ricco e stimolante universo musicale e culturale che ha ispirato generazioni di compositori e musicisti occidentali (tra i più noti: Messiaen, Cage, Terry Riley, i Beatles, John Mc Laughlin…)
Il corso è in linea con quanto già da tempo si verifica in Europa e America dove si riscontra un’esperienza didattica positiva nell’integrare i corsi musicali superiori con metodi e discipline provenienti da altre culture, in modo tale da ampliare la formazione del musicista attraverso stimoli e strumenti di conoscenza diversi. L’iniziativa permette di ridefinire un campo di ricerca ancora troppo poco esplorato lasciandosi alle spalle il concetto di ‘esotismo’ e il dilettantismo che hanno finora caratterizzato il settore e sviluppando invece competenze specifiche.
Il corso ha avviato collaborazioni con prestigiose istituzioni nazionali ed internazionali, tra cui l’Istituto di Studi Musicali Comparati (Fondazione G.Cini di Venezia), il Conservatorio di Rotterdam, (HMD-World Music Section).
Il metodo di insegnamento adottato per le materie musicali si ispira alle modalità di trasmissione orale (guru-shishya-parampara) così come sono praticate ancora oggi dai maestri di questa tradizione.
Il corso si rivolge pertanto a studenti, ricercatori, musicisti, insegnanti e a quanti altri siano interessati alla cultura musicale indiana.

Requisito d'accesso: diploma di scuola media superiore.


Diploma, prospettive e sbocchi professionali:

Il corso, ideato dal M.o Enrico Anselmi come una collaborazione fra il Conservatorio A.Pedrollo di Vicenza e il dipartimento di studi orientali dell’Università Ca’ Foscari a Venezia, ha avuto l’autorizzazione del Ministero dell’Università nell’anno 1999 . Rilascia un diploma accademico di 1° livello in tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo indologico. Nel 2003 il Ministero ha autorizzato l'attivazione anche del secondo segmento, della durata di due anni, per il conferimento diploma di 2° livello.

La struttura stessa del corso è concepita in mdo tal da aprire agli allievi prospettive di crescita culturale e professionale di rilievo, perché oltre allo studio della prassi musicale offre l'apporto di discipline pertinenti a diversi ambiti di lavoro e di ricerca. Gli sbocchi professionali sono vari, tra cui: l’insegnamento, l’attività concertistica, la divulgazione della musica e cultura indiana e la ricerca scientifica.

Struttura del corso

La durata del corso è di tre anni. È previsto un successivo corso di specializzazione di secondo livello di durata biennale.
- Frequenza 80% materie pratiche (canto - strumento) - 50 % materie teoriche
- Requisiti per l'accesso: esame di ammissione - titolo di studio: maturità
- Possibilità di frequenza anche senza essere in possesso di diploma di maturità superiore (nel qual caso gli eventuali esami effettuati vengono "congelati" fino al raggiungimento del suddetto titolo di studio).
- Esami annuali di tutte le materie e discussione della tesi al compimento del 3 anno.
Le lezioni hanno luogo principalmente durante il venerdì e il sabato.
Attualmente il corso prevede due indirizzi: CLASSICO e MODERNO e l’insegnamento delle seguenti materie:
- canto oppure sitar/vina, flauto bansuri, tabla/pakhawaj come materia principale
- canto complementare (per strumentisti)
- tabla complementare (per cantanti)
- teoria musicale indiana
- storia della musica indiana
- storia dell’India (moderno, 1° e 2°anno)
- etnomusicologia (moderno, 1° e 2°anno)
- hindi ( moderno)
- sanscrito (classico)
- storia delle religioni indiane (classico, 1° e 2°anno)
- organologia e iconografia musicale (3° anno)


Docenti:

canto indiano: M° Amelia Cuni
tabla: M° Federico Sanesi
sitar: M°Gianni Ricchizzi
bansuri (flauto indiano): M°Lorenzo Squillari
teoria della musica indiana: M°Enrico Anselmi e prof.Roberto Perinu
sanscrito: prof. Roberto Perinu
storia dellla musica indiana: M° Enrico Anselmi
etnomusicologia: dr. Francesca Cassio
hindi: dott.ssa Monia Marchetto
lezioni all'università Ca' Foscari:
indologia: prof. Gian Giuseppe Filippi
filosofie e religioni dell'India: prof.Antonio Rigopoulos
storia dell'India: prof.Cecilia Cossio

Per informazioni:
Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo” di Vicenza – Contrà S.Domenico 33 - 36100 Vicenza
Tel: 0444-507551 (segreteria didattica)
direttore: M.o Paolo Troncon

www.musicaindiana.net


www.didanet.it/enti/conservatorio_vi/india.htm


e-mail:
info@musicaindiana.net
oppure
didattica@conservatoriovicenza.it

il nuovo sito del Conservatorio di Vicenza che includerà anche quello del corso di musica indiana, è in costruzione al

www.consvi.org